roBOt 08

Gli eventi

7-10 Ottobre 2015

roBOt 08

roBOt 08

roBOt Festival è una manifestazione internazionale nata nel 2008 a Bologna e dedicata alla musica elettronica e alle arti visuali. Ogni anno il festival propone oltre cento eventi tra concerti, dj set, performance, installazioni digitali, workshop, laboratori anche dedicati ai bambini e proiezioni. Negli anni il festival ha visto la partecipazione di grandi artisti internazionali come Nathan Fake, Yann Tiersen, Carl Craig, Apparat e Jon Hopkins.

Accelerare. Tuffarsi nelle intensità

Progettare, organizzare e promuovere le arti digitali ed eventi legati alla musica elettronica e di ricerca, percorrendo traiettorie non convenzionali.
Un'intuizione iniziale che in più di un decennio di lavoro ha saputo trasformarsi in una realtà dalla rilevanza europea sia per prestigio che per risultati.
Il cuore è a Bologna, lo sguardo è rivolto a trecentosessanta gradi in giro per il mondo, sempre alla ricerca di spunti e riferimenti da riprocessare. roBOt Festival è il frutto più importante – ma non certo l'unico – di un percorso che crea continue intersezioni coi processi comunicativi, l'industria culturale, l'innovazione, la capacità di rapportarsi con le complessità economiche ed organizzative della contemporaneità.

Accelerare. Tuffarsi nelle intensità

Arte digitale e musica elettronica

Arte digitale e musica elettronica

Da otto anni, ogni autunno Bologna diventa Capitale del Digitale per quattro giorni. Giunto alla sua ottava edizione, anche quest’anno roBOt Festival ospita – nelle splendide sale di Palazzo Re Enzo e a Bologna Fiere – artisti di levatura internazionale come Trentemøller, Nina Kraviz, Squarepusher, Tiga e Siriusmodeselektor, oltre a numerosi nomi della scena nazionale. 

Arte digitale e musica elettronica sono i due grandi contenuti del festival, che si è sempre caratterizzato per un approccio sfaccettato al mondo della cultura digitale, del loro relazionarsi vicendevole, di come questi mondi si fondano in un'unica creatura. Workshop, concerti, djsetvjset. Il tutto sempre immerso in cornici splendide come Palazzo Re Enzo o il Teatro Comunale di Piazza Verdi, o in club dal forte richiamo storico a Bologna: il Link, il Cassero, Tpo o Kindergarten. I ragazzi di Shape - l'organizzazione - hanno sempre voluto fare le cose per bene. La crescita costante, line-up sempre più interessanti e di spessore hanno proiettato Bologna come nuovo punto focale per capire dove stanno andando le arti digitali, e noi con loro.

Photogallery
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08
roBOt 08